10 dicembre 2014

TASI e IMU 2014, il 16 dicembre scade il saldo


Entro martedì 16 dicembre va pagato il saldo di Tasi e Imu. La Tasi è pagata da chi possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale e aree edificabili, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli (vedi nota in fondo alla pagina). L’Imu con la legge di Stabilità 2014 non è più dovuta sulla prima casa e relative pertinenze. L’unica eccezione riguarda il caso in cui l’immobile è indicato come di lusso, quindi rientrante nelle categorie catastali A/1, A/9 e A/8 per le quali continua ad applicarsi l’aliquota ridotta e la detrazione di 200 euro. L’Imu resta invece in vigore sulla seconda casa.

Terreni agricoli montani esenti dall’Imu

Sono esenti dall’Imu i terreni agricoli dei comuni ubicati ad un’altitudine superiore a 600 metri (quindi da 601 metri in poi), individuati sulla base dell'”Elenco comuni italiani” pubblicato sul sito internet dell’istituto nazionale di statistica (ISTAT), tenendo conto dell’altezza riportata nella colonna “Altitudine del centro (metri)”.

Nella pagina internet dell’Istat www.istat.it/it/archivio/6789, in corrispondenza del menu a destra, bisogna cliccare su “Elenco comuni italiani”. A questo punto è possibile aprire un file in xls, in cui sono riportati nella colonna “L” l’elenco dei comuni, e nella colonna “P” l’altitudine del centro del Comune.

 

Sono esenti dall’Imu anche i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni ubicati ad un’altitudine compresa tra 281 e 600 metri, individuati sulla base dello stesso elenco riportato sopra. L’esenzione si applica anche ai terreni concessi in comodato oppure in affitto ai coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola.

 

Per tutti i terreni ubicati in comuni diversi sussiste l’obbligo di pagamento dell’Imu a partire dal 1° gennaio 2014. Il versamento dovrà essere effettuato in un’unica soluzione entro il 16 dicembre 2014.